Strutture di fondazione

PROVE ESEGUIBILI:

  • Rilievo dell’ammetenza meccanica per sollecitazione impulsiva assiale su pali di fondazione al fine di verificarne l’integnità e la lunghezza;
  • Prove di cross-hole su pali di fondazione e diaframmi al fine di verificarne l’integrità e lunghezza;
  • Realizzazione di scavo a mano e mediante escavatore per determinare profondità e geometria delle fondazioni;
  • Indagini georadar per verificare le dimensioni delle strutture di fondazione in caso di impossibilità di scavo diretto;
  • Rilievo delle vibrazioni indotte sui fabbricati limitrofi.

 

RILIEVO DELL’AMMETENZA MECCANICA

Le prove di ammettenza meccanica sono indagini di tipo non distruttivo utilizzate nel controllo qualitativo dei pali di fondazione. Si tratta di prove di tipo dinamico, basate sull’eccitazione della testa del palo mediante una vibrodina o un martello strumentato, collegato ad un accelerometro posto sulla sommità del palo stesso, che deve risultare libera ed accessibile. La forzante impulsiva impressa alla testa palo, genera una vibrazione di tipo sinusoidale, che viene rilevata in termini di velocità per ciascuna frequenza di oscillazione. Il rapporto tra le ampiezze della velocità e della forza applicata rappresenta il parametro di ammettenza meccanica. L’insieme dei valori misurati costituisce il profilo di ammettenza del palo, da cui è possibile ricavare le deformazioni, che risultano di bassa entità se confrontate alle tensioni generate, ad esempio, da una sollecitazione di compressione.

 

PROVE CROSS-HOLE

Il cross-hole è un metodo di analisi, non distruttivo, che, permette di effettuare un’accurata verifica, ad alta risoluzione, della qualità delle strutture di fondazione profonde (quali pali, diaframmi, ecc), mediante l’utilizzo degli ultrasuoni (“cross-hole”).

Viene utilizzato anche negli interventi di consolidamento dei terreni di fondazione, ma anche per l’analisi di strutture fuori terra. La prova cross-hole si basa sulla misura delle velocità di propagazione in un mezzo delle onde sonore.

 

 

REALIZZAZIONE DI SCAVI

Gli scavi possono essere effettuati sia con mezzi quali escavatori sia manualmente. Questo tipo di indagini consentono un rilievo visivo delle strutture di fondazione per verificarne lo stato e la geometria (dimensioni, profondità…) inoltre sono necessarie anche per la ricostruzione di una sezione geologica del terreno.

 

 

 

 

INDAGINI GEORADAR

Il Georadar, meglio noto come Ground Penetrating Radar (GPR), è un metodo ecografico di prospezione geofisica che viene utilizzato in ambito geologico (stratigrafia, ricerca di risorse minerarie, indagini glaciologiche), nell’ingegneria civile (valutazione dello stato di degrado di edifici e di pavimentazioni stradali, individuazione di strutture metalliche, localizzazione di impianti sotterranei), in campo ambientale (rilievi idrogeologici, mappatura dei siti contaminati). Il georadar, è una metodologia non invasiva, che si basa sull’analisi delle riflessioni di onde elettromagnetiche trasmesse nel mezzo indagato. Tale metodo fornisce, a partire da una profondità di alcuni metri fino al limite di alcune decine di metri, una “sezione” del terreno indagato dalla superficie.

 

RILIEVO VIBRAZIONI

Il rilievo delle vibrazioni viene effettuato tramite diverse strumentazioni, monitorando nel tempo le condizioni alle quali viene sottoposto l’edificio sotto indagine e la sua risposta ad esse.